Drupal 6 navigazione veloce.
menu principale | colonna di navigazione a sinistra | contenuto principale | colonna di navigazione a destra | piè di pagina

menu principale

contenuto principale

Partecipazione a progetti

Villa Sacro Cuore - Triuggio

 Su invito della Caritas Ambrosiana Brianza Solidale è entrata in contatto  nel 2016 con i 20  profughi nigeriani ospitati presso Villa Sacro Cuore di Triuggio  per iniziativa del Cardinal Tettamanzi. Il suo intervento  è consistito nel predisporre una serie di colloqui orientativi  individuali nei quali definire le competenze spendibili nel territorio brianzolo.

Repubblica.it 26 aprile 2016
di Zita Daddi
"I venti profughi sono quasi tutti musulmani, anche se fra loro ci sono alcuni cristiani metodisti - racconta don Luigi Bandera, direttore della Villa e stretto collaboratore del cardinale Tettamanzi . E continua: " Abbiamo deciso di accoglierli dopo l'appello di Papa Francesco e del cardinale di Milano Angelo Scola che si sono rivolti alle parrocchie e ai centri religiosi, invitandoli ad aprire le porte ai migranti."
I profughi sono tutti uomini fra i 18 e i 47 anni, abitano negli appartamenti sul lato ovest della villa, che sorge in cima a una collina immersa nel verde In cambio dell'ospitalità  danno una mano ai religiosi e collaborano volontariamente alle pulizie per tener in ordine la grande Villa.

I migranti non vengono pagati perchè non lo consente il loro permesso di soggiorno provvisorio e sono in attesa della risposta alla domanda d'asilo presentata alle autorità italiane. La prefettura di Monza provvede alle piccole spese di ciascuno profugo con una quota di 80 euro al mese; al vitto e alloggio provvede la Villa, con i fondi della Diocesi ambrosiana. I volontari della Caritas di Triuggio e di altri centri della Brianza sono impegnati nei corsi di italiano e orientamento professionale per i migranti. Li hanno anche portati a conoscere varie realtà artigianali della zona, nella speranza che la domanda di asilo venga accolta e che quindi possanno in un futuro accettare qualche lavoro da ditte del territorio. Quelli di Triuggio sono solo un piccolo gruppo dei mille circa profughi ospitati in parrocchie e conventi della Diocesi Ambrosiana nel piano di accoglienza diffusa voluta dalla Curia, dopo la sollecitazione di Papa Francesco. " 

Comunità Pastorale Spirito Santo

 

Con il bando 2015.7 avente come tema il contrasto alla marginalità socio economica la Fondazione di Comunità Monza Brianza ha selezionato il progetto : "Orizzonte lavoro - Prossimi ai poveri e ai disoccupati nella ricerca del lavoro" presentato dalla Comunità Pastorale Spirito santo con la collaborazione di Brianza Solidale.

Il progetto prevede percorsi di accompagnamento nella riqualificazione e ricerca di un lavoro, con l’attivazione anche di tirocini per rimettere in gioco le risorse e le qualità personali.
Il progetto è stato avviato all’inizio del 2016.
Il ruolo di Brianza solidale è quello,  già felicemente sperimentato ormai da tre anni con la collaborazione con Caritas Monza tramite il Fondo Famiglia lavoro, che prevede la seguente articolazione:

  • Colloquio di accoglienza e specialistico
  • Supporto stesura e qualificazione CV
  • Supporto per migliorare il colloquio di lavoro
  • Analisi e bilancio delle competenze
  • Definizione di un percorso di riqualifica
  • Seminario Ricerca attiva del lavoro
  • Indirizzamento verso le fonti di ricerca lavoro
  • Monitoraggio durante il percorso

     

Collaborazione con la Cooperativa "Il Volo"

 IL VOLO Onlus è una società cooperativa senza fini di lucro che persegue finalità di tipo socio-sanitario. Si occupa della gestione di servizi socio-sanitari ed educativi finalizzati alla prevenzione, all’intervento e al reinserimento sociale di persone con problemi di tipo psichiatrico. In particolare la Cooperativa risponde al crescente bisogno dei giovani che soffrono di gravi Disturbi di Personalità e delle loro famiglie, avvalendosi di un’equipe multidisciplinare di professionisti qualificati.

La Cooperativa articola i propri interventi e garantisce le prestazioni attraverso le seguenti strutture:

  • la Comunità Terapeutica Riabilitativa a media assistenza e alta intensità riabilitativa “Villa Ratti”, con sede a Monticello Brianza (LC);
  •  il Centro Studi “Carlo Perris” per la ricerca, formazione e documentazione sui Disturbi di Personalità, con sede a Monticello Brianza (LC)
  • il Centro di Psicologia Clinica e Prevenzione, per la prevenzione del disagio giovanile e la cura ambulatoriale di difficoltà psicologiche (per bambini, adolescenti e adulti), con sede a Casatenovo (LC).

Brianza Solidale collabora per la definizione di iter educativi e formativi miranti a facilitare il reinserimento lavorativo dei giovani al termine del percorso sanitario.

Collaborazione con S. Vincenzo - Monza

 

Partecipando al bando 2013.6 della Fondazione Monza e Brianza, la Società S. Vincenzo De' Paoli, ha potuto avviare il Progetto “ Forma In forma”
Avvalendosi della collaborazione di Brianza Solidale,  ha effettuato  colloqui di orientamento professionale, per scoprire capacità, aspirazioni, obiettivi di vita di alcuni assistiti.
Ha individuato così corsi di formazione professionale mirati, ai quali iscrivere le persone così prescelte.
L'obiettivo è stato quello di aumentare le competenze professionali delle persone, per dare loro più chance nel reperimento di un lavoro, con una particolare attenzione ai giovani.

Brianza Solidale
  è tuttora  impegnata a dare  supporto sulla sicurezza all'Asilo Notturno di via Raiberti a Monza, un servizio del Comune
gestito dalla Società San Vincenzo De' Paoli. ...Leggi tutto »

Assolombarda: ABCDigital

 Programma di alfabetizzazione digitale per cittadini over 60 promosso e diretto da Assolombarda  e indirizzato alle persone residenti nelle provincie di Milano , Lodi, Monza-Brianza e Brescia.

Il programma si sviluppa in corsi di formazione specifica tenuti da istruttori , studenti degli Istituti Superiori inseriti nel programma, ad allievi over 60 iscritti ai corsi direttamente nelle scuole.
I corsi si svolgono presso le sedi delle scuole inserite nel programma per un totale di 12 ore , prevalentemente per  due ore settimanali  al primo pomeriggio.
Ai corsi partecipano dai 12 ai 15 over 60 istruiti da piu istruttori ( il numero dipende dalle scuole stesse, per esperienza da 6 a 8) gestiti e coordinati da un tutor scolastico.

Tutor aziendale ...Leggi tutto »

Carcere aperto: Progetto Bussola

 Progetto selezionato dalla Fondazione della Comunità di Monza e Brianza Onlus con il Bando 2014.5 : Marginalità socio economica e contrasto povertà alimentare.

Con risorse territoriali messe a disposizione da Fondazione Cariplo  e risorse proprie della Fondazione della Comunità di Monza e Brianza il progetto , con capofila Ass. Carcere Aperto, si propone di reinserire ex detenuti in una rete sociale attraverso l’attività lavorativa.

Il progetto Bussola è rivolto a persone in uscita dal carcere di Monza, e residenti nel territorio della provincia di Monza e Brianza, per fine pena che non hanno una prospettiva lavorativa certa o che non possono comunque far conto su una rete familiare e sociale solida. Obiettivo è individuare queste persone quando sono ancora in carcere per poi aiutarle a fare chiarezza sulle proprie capacità e competenze, in modo da potersi orientare con più efficacia nella ricerca di un lavoro.
Sarà fornito un supporto con percorsi personalizzati con momenti formativi significativi,tirocini, borse lavoro o impieghi temporanei che permettano di superare o comunque affrontare dignitosamente l'emergenza del momento dell'uscita dal carcere.

Nel 2015 hanno aderito solo 6 ex carcerati. La capofila Carcere aperto ha chiesto alla Fondazione di estendere il programma anche al 2016

Associazioni coinvolte:

  • Associazione Carcere aperto: capofila
  • Brianza solidale
  • Caritas
  • Acli

 Fasi del progetto e coinvolgimento delle Associazioni: ...Leggi tutto »

Casa del Volontariato: Progetto Pane e rose

Progetto selezionato dalla Fondazione della Comunità di Monza e Brianza Onlus con il Bando 2014.5: Marginalità socio economica e contrasto povertà alimentare

 Il progetto vuole rispondere all'emergenza alimentare della popolazione più fragile. Il Comune di Monza ha coinvolto le Associazioni del territorio che danno assistenza ai bisognosi, incoraggiandole a mettersi in rete contro le vecchie e nuove povertà.
Si è creata una rete tra 14 associazioni di diverso orientamento, cultura e religione. Ciascuno  ha messo a disposizione le proprie conoscenze, competenze e risorse di volontariato. Una caratteristica innovativa che ha reso questo progetto unico nel panorama lombardo

Obiettivo: integrare con prodotti freschi le attuali forniture di alimenti. I prodotti sono stati quindi ritirati dai negozi confezionati da volontari e distribuiti. Il processo è stato affidato a personale strutturato per gli aspetti igienico sanitari.

Brianza Solidale ha partecipato significativamente allo sviluppo del Progetto ed alla fase di start up dell’organizzazione.  ...Leggi tutto »

Caritas: Fondo Famiglia Lavoro

 Strumento promosso dalla Chiesa ambrosiana a favore di chi ha perso il posto di lavoro per la crisi  economica. Dal 2017 "Fondo Famiglia lavoro terza fase: diamo lavoro" è orientato ad erogare tirocini a chi ha rimasto disoccupato tramite un patto ,siglato da Caritas ,con gli enti datoriali del territorio per dare una concreta opportunità di reinserimento nel mondo del lavoro.

Brianza Solidale vi partecipa facendo orientamento per coloro che hanno perso il posto di lavoro, aiutandoli nella preparazione del Curriculum Vitae e individuando percorsi di riqualificazione professionale tramite formazione e tirocini.

Fondato alcuni anni fa dal Card. Tettamanzi per aiutare le famiglie colpite dalla crisi economica e in grande difficoltà nel condurre la vita quotidiana, il fondo prevedeva inizialmente un aiuto economico per alcuni mesi a famiglie selezionate secondo criteri legati alla gravità della loro situazione.

Il Card. Scola ha ripreso questo progetto avviandone  la fase seconda e ampliando le forme di sostegno alle famiglie in difficoltà:

  • Ha aggiunto azioni di supporto e accompagnamento all’occupazione (aiuto a ritrovare un lavoro attraverso corsi di formazione mirati o di tipo trasversale come informatica, inglese e/o italiano).
  •  Ha istituito inoltre forme di microcredito per chi avesse un’idea imprenditoriale e volesse svolgere un’attività “in proprio”.
  • Ha istituito un fondo mutualistico a favore di persone che non godono di alcuna tutela sociale
  • Ha mantenuto l’erogazione di contributi economici a fondo perduto, ma che è diventata residuale rispetto alle prime due forme di sostegno

Associazione Stefania: AdS

Protocollo d'intesa di rete per la realizzazione del Progetto Amministratore di Sostegno "Fianco a fianco" Monza e Brianza ( 2013)

 Associazione capofila: Associazione Stefania

 

Il progetto “Fianco a Fianco” nasce e vive sul territorio della provincia di Monza e Brianza con l’intento di promuovere e sostenere la figura dell’Amministratore di Sostegno e contribuire alla creazione di un sistema di protezione giuridica rivoluzionato dalla legge 6/2004.
15 organizzazioni di volontariato hanno aderito alla rete che si è costituita ed insieme alle istituzioni lavorano per perseguire gli obiettivi del progetto. ...Leggi tutto »


colonna sinistra

colonna destra

piè di pagina